Nuovi condensatori elettrolitici e tecnologia Energy-C

CONDIVIDI

Lo stoccaggio di energia è parte integrante del nostro mondo ed è una tematica sempre più attuale.

Come è possibile conservare, in maniera efficiente grandi quantità di energia, specialmente laddove ci sono delle fonti rinnovabili all’origine (eolico, fotovoltaico)?

Il problema dello stoccaggio dell’energia è , infatti, un tema che viviamo quotidianamente: che si tratti di uno smartphone, di un trapano avvitatore a batteria o di un’auto: molti dispositivi elettrici dispongono di un proprio accumulatore di energia integrato.

A torto i condensatori non sono necessariamente la prima tecnologia a cui si pensa quando si tratta di immagazzinare grandi quantità di energia.   Infatti, nuove tecniche di processo e nuove formulazioni per la creazione di fogli di alluminio anodico garantiscono una elevata affidabilità e prestazioni elettriche superiori dei condensatori elettrolitici, anche rispetto alle batterie.

Inoltre, la nuova tecnologia Energy-C (Energy-Capacitors)  – che utilizza materiali e processi all’ avanguardia  – consente  una densità di stoccaggio che  precedentemente era riservata esclusivamente alle batterie (si veda Figura 1 )

Figura 1 Il diagramma di Ragone: mostra la densità di potenza di vari dispositivi di immagazzinamento di energia elettrica rispetto alla loro densità di energia.

Per comprendere al meglio tale scenario illustriamo di seguito le caratteristiche tecniche delle nuove soluzioni sviluppate da Jianghai (produttore, da sempre all’avanguardia nell’innovazione dei condensatori e distribuita in Italia da CONSYSTEM ).

I Condensatori elettrolitici in alluminio Jianghai: i nuovi “cavallida lavoro dell’Elettronica di Potenza.

Si sa che la lamina anodica è sia in termini di valore che tecnicamente il pre-materiale più vitale di un condensatore elettrolitico in alluminio. Questo materiale viene ottenuto, tramite un processo a due fasi (di incisione e di formatura) da una lamina liscia in alluminio puro.

Jianghai gestisce direttamente il processo di incisione e strutturazione degli anodi, ottimizzando così le proprietà della pellicola. 

I miglioramenti del processo di incisione sono riscontrabili grazie a dei fori maggiormente uniformi, ottimizzando così l’utilizzo del volume a disposizione. Ciò permette alti valori di capacità “Storage” e condensatori maggiormente compatti (specialmente nelle dimensioni).

Un processo elettrochimico crea lo strato dielettrico sulla superficie della lamina anodica ruvida. La qualità di questa “formazione”, ovvero la qualità della struttura e dello spessore dello strato del dielettrico sono fondamentali sia per garantire un’alta affidabilità sia per assicurare “ottime” prestazioni elettriche dei condensatori elettrolitici quando sono in esercizio.

Le nuove pellicole anodiche della Jianghai sono caratterizzate da uno strato di idrato più sottile e da uno strato amorfo più spesso. Di conseguenza, le nuove pellicole per anodi “marcate” Jianghai hanno maggiori capacità di carico e valori ESR (Equivalent Serie Resistence) inferiori, che qualificano i condensatori come “cavalli da lavoro” ideali per applicazioni di elettronica di potenza. 

Jianghai è presente al Fortronic Forum presso lo stand di Consystem. Prenota qui il tuo biglietto omaggio