12 e 13 Aprile 2022, BolognaFiere

Stampante 3D per la prototipazione rapida

RS Components ha annunciato la disponibilità della prima stampante 3D realizzata da CEL, il modello Robox, che ha caratteristiche tecniche professionali e un’elevatissima velocità di stampa, oltre ad un’adattabilità alle esigenze del futuro mai vista prima nel settore delle soluzioni di stampa 3D. La stampante Robox è ideale per soddisfare le esigenze di numerosi utenti finali, tra cui progettisti elettronici, meccanici e sviluppatori che desiderano creare rapidamente prototipi di nuovi prodotti, ma sarà anche molto apprezzata da ricercatori, docenti, e hobbisti.

Velocità migliorata fino al 300%

L’elemento distintivo della stampante Robox è l’esclusivo sistema di deposizione a doppio ugello, che permette di stampare più rapidamente oggetti ad alta risoluzione migliorando la velocità di stampa fino al 300%. Questo risultato si ottiene sfruttando un singolo flusso di materiale di stampa che può essere inoltrato a uno dei due ugelli presenti sulla testina: un ugello di estrusione da 0,3 mm di diametro e un ugello di estrusione più grande da 0,8 mm di diametro. Ciò permette di produrre superfici esterne dettagliate e di riempire rapidamente l’interno dell’oggetto usando l’ugello più grande, depositando più strati per volta senza compromettere la robustezza o la qualità di finitura esterna, lavorando con una velocità di stampa notevolmente superiore.

Un’altra caratteristica è la presenza del Sistema HeadLock sviluppato da REL che permette di rimuovere e sostituire in modo semplice la testina montata sulla stampante Robox per modificarne la funzionalità. La testina intercambiabile permette di trasformare la stampante Robox in una piattaforma multifunzionale a prova di futuro dedicata alla fabbricazione completa di oggetti, anziché limitarsi alla sola stampa 3D. La stampante è compatibile con i sistemi operativi Windows, Apple e Linux. Viene fornita con il software Robox AutoMaker, che traduce i progetti 3D in un linguaggio adatto alla stampa. La macchina è compatibile con numerosi materiali di stampa, tra cui PLA, ABS, HIPS, Nylon, PETG e PVA, e il suo piatto di stampa autoallineante garantisce che il pezzo stampato aderisca perfettamente senza richiedere alcun intervento manuale da parte dell’utilizzatore. Inoltre, il sistema di riconoscimento automatico del materiale fa risparmiare tempo nella definizione delle caratteristiche di stampa, mentre i profili di stampa precaricati in corrispondenza di ogni nuova bobina di materiale permettono di avviare il lavoro molto rapidamente.

 

 

 

 

Laura Baronchelli
Laura Baronchelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.