12 e 13 Aprile 2022, BolognaFiere

Sensori

Omron Electronic Components ha ampliato la propria gamma di sensori termici MEMS con una nuova versione a campo ristretto, progettata specificamente per misurare in modo preciso e senza contatto la temperatura superficiale di oggetti in applicazioni di automazione industriale, sistemi medicali e automazione d’edificio.

Omron è, inoltre, impegnata nel rilancio a livello europeo dell’intera gamma dei propri sensori termici MEMS, comprese le versioni a campo più largo, ideali per rilevare la presenza di persone nelle stanze e per altre applicazioni simili.

Il nuovo D6T-1A-02 Omron è un sensore di temperature a infrarossi ultrasensibile che sfrutta a pieno l’esclusiva tecnologia di rilevamento MEMS.

Il dispositivo è in grado di misurare la temperatura superficiale degli oggetti presenti nell’area di rilevamento per valori compresi tra -40 e +80°C, con una precisione di +/-1,5°C ed una risoluzione di 0,06°C.

Il prodotto è composto da una termopila MEMS all’avanguardia, un ASIC ed un microprocessore per l’elaborazione del segnale, il tutto in un prodotto che misura solo 12,0 x 11,6 x 9,2 mm.

Il campo di rilevamento molto stretto (26,5 gradi quadrati) consente al D6T-1A-02 di determinare con precisione la temperatura superficiale di singoli oggetti.

Tra le caratteristiche del dispositivo è compresa anche un’uscita digitale I2C che offre un’eccellente immunità al rumore (misurata come differenza della temperatura equivalente di rumore): 140 mK.

Il sensore termico D6T di Omron è ideale anche per le applicazioni di automazione degli edifici, nelle quali può servire per misurare la temperatura delle stanze o rilevare la presenza di persone, anche se immobili.

Per queste applicazioni Omron offre versioni con un campo di rilevamento più ampio.

Tra esse un dispositivo 1×1, il D6T-1A-01, con un campo di 58 gradi quadrati.

Sono disponibili anche versioni 4×4 e 1×8.

In settori applicativi quali domotica, automazione d’edificio, sanità, sicurezza ed automazione industriale, questi sensori ultrasensibili rappresentano un’eccellente alternativa ai sensori piroelettrici o ai rilevatori PIR, che spesso non riescono a distinguere tra uno spazio privo di persone ed uno occupato da persone immobili.

Mentre i normali sensori termici sono in grado di rilevare la temperatura solo in un singolo punto di contatto, i prodotti della gamma D6T possono misurare a distanza la temperatura di un’intera area.

I segnali generati dai raggi infrarossi, però, sono estremamente deboli; per ottenere un rilevamento affidabile, Omron ha quindi sviluppato e fabbricato al proprio interno tutte le parti del nuovo sensore termico ad alta sensibilità, dai MEMS agli ASIC e alle altre parti specifiche di questa applicazione.

La tecnologia alla base dei sensori termici D6T di Omron unisce una struttura a micro-specchio MEMS, che consente un’efficiente rilevamento della radiazione IR, con una lente in silicio ad alte prestazioni che concentra i raggi infrarossi sulle termopile.

L’ASIC, poi, utilizza algoritmi esclusivi per eseguire i necessari calcoli e convertire i segnali del sensore in un’uscita digitale I2C. Tutti questi componenti sono stati sviluppati direttamente da Omron e vengono fabbricati negli stabilimenti MEMS di proprietà della società.

Massimiliano Anticoli
Massimiliano Anticoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.