12 e 13 Aprile 2022, BolognaFiere

Nuove specifiche SMBus

System Management Interface Forum (SMIF Inc.) ha annunciato la pubblicazione della versione più recente delle specifiche tecniche SMSBus (System Management Bus). La nuova versione 3.0 dello standard è compatibile con le versioni precedenti e incorpora numerose importanti revisioni, che facilitano la realizzazione di dispositivi e sistemi conformi a questo protocollo, per ampliare in modo significativo le potenzialità e le prestazioni ottenibili garantendo la compatibilità con le più recenti topologie di collegamento, oltre ad armonizzare alcuni parametri operativi allineandoli con quelli definiti nelle specifiche dei bus I2C e PMBus™ (Power Management Bus).

I miglioramenti allo standard
Il bus SMBus è un meccanismo di interfaccia a due fili attraverso il quale i chip di sistema e altri dispositivi elettronici possono comunicare tra loro e con il resto del sistema che li ospita. SMBus nasce per creare un bus di controllo dedicato alla gestione del sistema e dell’alimentazione, che può essere usato in sostituzione di singole linee di controllo per passare messaggi da un dispositivo a un altro.

Vista la capacità dei più recenti processori e circuiti logici personalizzati di lavorare a velocità superiori rispetto al passato, nella versione 3.0 sono state previste due ulteriori frequenze di lavoro complementari di 400 kHz e 1 MHz. Altro aggiornamento, la specifica tecnica che definisce il tempo di hold, allineata a quella prevista nelle specifiche del bus I2C.

La versione 3.0 comprende anche la rimozione delle specifiche relative all’immunità al rumore sulle linee di clock e dati, in quanto lo SMIF Working Group ha scoperto che nessuno dei fornitori di dispositivi per SMBus o produttore di sistemi elettronici che utilizza il bus SMBus ha mai verificato la rispondenze dei componenti a questo parametro. Altre variazioni apportate allo standard comprendono il riutilizzo di indirizzi speciali abbandonati (in precedenza riservati per gli indirizzi di default ACCESS Bus host e ACCESS Bus) per i protocolli di lettura a scrittura di zone, che furono introdotti nella versione 1.3 delle specifiche PMBus, un aumento da 32 a 255 del numero massimo di byte ammessi nella lettura del processo di chiamata della scrittura a blocchi (write-block read process call) e l’aggiunta di un protocollo per leggere 32 o 64 bit di dati in una singola transazione.

 

 

 

Laura Baronchelli
Laura Baronchelli