12 e 13 Aprile 2022, BolognaFiere

Moduli regolatori buck DC-DC ancora più piccoli

I progettisti che lavorano ad applicazioni in spazi ridotti hanno ora la possibilità di ridurre drasticamente gli ingombri delle loro soluzioni e di aumentarne l’efficienza grazie alla famiglia dei moduli “uSLIC” (micro system-level IC) di Maxim Integrated.

Questi moduli di alimentazione DC-DC piccolissimi ed integrati (2,6 x 3,0 x 1,5 mm) MAXM17532 e MAXM15462, fanno parte dell’ampia gamma Himalaya di Maxim: soluzioni di alimentazione rivolte ai mercati dell’industria, sanità, comunicazioni e consumer.

I nuovi moduli offrono ai clienti tutti i vantaggi dei migliori regolatori a commutazione, uniti alle dimensioni ed alla semplicità dei regolatori lineari (LDO).

Oggi gli straordinari progressi nel campo dei sensori, della connettività e del cloud computing fanno della miniaturizzazione una nuova frontiera verso tecnologie emergenti come l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico (machine learning).

Dai sensori per la IIoT (Industrial Internet of things) all’elettronica per la difesa, dagli apparati per le infrastrutture di rete ai dispositivi medici e consumer, i progetti dei sistemi della prossima generazione comprendono funzioni di raccolta, sintesi e manipolazione dei dati.

Questa nuova intelligenza richiede di collocare maggiore potenza di alimentazione all’interno di spazi che continuano a ridursi, senza incidere negativamente sul budget termico; ciò rende le soluzioni convenzionali complicate o impraticabili.

Per rispondere ai requisiti posti dai limiti dimensionali ristretti e da ambienti gravosi sul piano meccanico, elettrico e termico, i progettisti hanno bisogno di soluzioni che assicurino tolleranza agli urti ed alle vibrazioni, conformità EMI, maggiore efficienza energetica, funzionamento alle alte temperature ed ingombri ridotti; una sfida multidimensionale.

I moduli di alimentazione uSLIC di Maxim riducono di 2,25 volte le dimensioni delle soluzioni di alimentazione, grazie a contenitori piccolissimi.

Questo risultato è ottenuto integrando un regolatore buck Himalaya sincrono ad ampia gamma di ingresso con i FET, la compensazione, altre funzioni ed un induttore.

La combinazione di questi componenti consente ai progettisti di utilizzare i moduli in sistemi con forti limitazioni di spazio, ottenendo al contempo la conformità agli standard meccanici ed EMI.

Inoltre i progettisti possono semplificare i loro sviluppi poiché non hanno più bisogno dei regolatori convenzionali – ingombranti ed avidi di energia, potendo adesso integrare un modulo di alimentazione pronto all’uso in uno spazio pressoché equivalente a quello occupato da un minuscolo LDO.

All’interno di vincoli spaziali così ristretti, i progettisti possono ottenere alta efficienza, minor rumore e maggiore stabilità.

I moduli regolatori buck DC-DC uSLIC, che funzionano con un’ampia gamma di tensioni di ingresso, da 4 V a 42 V, sono utilizzabili per molteplici applicazioni con tensioni di ingresso nominali di 5 V, 12 V, 24 V e 36 V, mantenendo un ampio margine di affidabilità come richiesto dalle applicazioni più esigenti.

Massimiliano Anticoli
Massimiliano Anticoli