12 e 13 Aprile 2022, BolognaFiere

La nuova generazione di induttori di potenza

Tipicamente le induttanze sono avvolte su nuclei di ferrite che però non offre densità di flusso particolarmente elevate e che quindi satura facilmente. Questo limita la corrente massima a meno di aumentarne le dimensioni. Ma il trend verso soluzioni sempre più compatte sta spingendo i produttori a trovare nuovi materiali.

Taiyo Yuden, per rispondere a questo problema ha sviluppato un nuovo materiale a polveri metalliche che non utilizza leganti organici. Usando questi materiali la società ha sviluppato una linea di prodotti che promette di rispondere alle esigenze dei progettisti di avere dimensioni sempre più ridotte. A tal proposito, un interessante white paper dal titolo Material Advances Enable New Generation of Power Inductors descrive questo nuovo materiale e come viene utilizzato nella serie di induttori denominata MCOIL.

Laura Baronchelli
Laura Baronchelli