12 e 13 Aprile 2022, BolognaFiere

Infineon: un altro punto di vista sul mercato dell’automotive

Nella sua presentazione del 2016 “Automotive Presentation” Infineon si focalizza sui settori trainanti del mercato dell’Automotive: ADAS, elettrificazione o e-mobility e connettività. 

Guardando alla e-mobility Infineon ha fatto una stima del contenuto di semiconduttori nelle auto a seconda dei livelli di elettrificazione delle stesse. Nel primo riquadro della figura si riporta il caso del passaggio alla distribuzione dell’alimentazione a 48 volt.  Al contenuto di elettronica stimato per il motore tradizionale a combustione interna (ICE = Internal Combustion Engine) di 338$ si aggiungono 47$ di semiconduttori di potenza e 29$ di altri componenti per un totale d 76$ che portano il contenuto totale di semiconduttori a 414$.

Ma più significativi sono il secondo ed il terzo riquadro che prendono in considerazione HEV/PHEV e i veicoli elettrici puri. Nel secondo riquadro partendo dal motore base ICE si contano 282$ di semiconduttori di potenza più altri 90$ di sensori, microcontrollori e altro per arrivare ad un totale di 709 dollari. Infineon stima il mercato degli HEV/PHEV di 5,4 milioni di unità (3,5 + 1,9 m) porta ad un mercato potenziale di 1,5 miliardi di dollari.

Nel caso di veicoli elettrici puri il contenuto di semiconduttori di potenza passa a 387$ a cui si sommano 77$ di sensori, 49$ di micro e 190$ di altri componenti che portano il totale a 704$. I 387$ di semiconduttori di potenza per 1,4 milioni di unità porta mezzo miliardo di dollari di potenziale nel 2020.

Ma se utilizzassimo le stime al 2021 di Yole Developpement di 13,5 milioni e moltiplicassimo per i 282$ di Infineon otteremmo 3,8 miliardi di dollari!

In estrema sintesi: un mercato che grazie alle auto elettriche in crescita esponenziale porterà un grosso contributo alla crescita dei semiconduttori di potenza e ne condizionerà lo sviluppo. Infineon con la sua presentazione si sta preparando a questo.

Irma Garioni
Irma Garioni