Formula SAE: scuderie universitarie in pista

CONDIVIDI

UniBo Motorsport è la scuderia automobilistica dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna. Un team che nasce nel 2009 dalla passione di un gruppo di studenti di ingegneria per il settore automotive e che gareggia in Formula SAE. Obiettivo del progetto è quello di mettere in contatto la realtà accademica con quella industriale. Creando così un terreno fertile per l’innovazione, lo scambio di idee e di competenze sul territorio.

 

Un progetto di crescita nell’automotive

Nel corso degli anni il progetto si è esteso includendo studenti di diverse Scuole dell’Ateneo e oggi le varie squadre si sfidano nel campionato mondiale di Formula SAE dando prova di essere in grado di progettare, costruire e mettere in pista una vettura che rispetti un regolamento ben definito. La competizione valuta la validità economico-ingegneristica del progetto, oltre alle prestazioni della vettura.

 

Formula SAE: di cosa si tratta

La Formula SAE è una competizione tra studenti universitari, organizzata dalla Society of Automotive Engineers (SAE), istituita nel 1981 con lo scopo di dare agli studenti la possibilità di confrontarsi e di mettere in pratica i propri studi. Le squadre universitarie progettano, costruiscono e testano un prototipo di vettura monoposto stile Formula 1.

Non si tratta di una banale gara di velocità… La competizione intende valorizzare le capacità progettuali e tecniche del team di ingegneri unitamente alle prestazioni della vettura, all’accelerazione, all’endurance e all’efficienza. Senza dimenticare gli aspetti economici  legati alla fattibilità, producibilità e vendibilità della vettura.

Le prove si dividono in due gruppi:

  1. Prove statiche: Cost Report – Business Presentation – Design
  2. Prove dinamiche: Acceleration – Skid Pad – Autocross – Efficienty – Endurance
Volete saperne di più sulla Formula SAE e sulle novità tecnologiche in fatto di motori?
Venite alla Fiera di Modena il prossimo 27 giugno al Fortronic – Strategic Innovation Summit! Si parlerà del futuro dell’automotive

 

Potrebbero interessarti anche:

Benvenuti a MUNER, l’Università delle auto e moto del futuro

Automotive Smart Area, il laboratorio di Modena