12 e 13 Aprile 2022, BolognaFiere

convertitori

Ericsson ha annunciato l’introduzione di una coppia di moduli convertitori DC/DC in formato 1/8 brick in grado di gestire correnti di intensità fino a 40A garantendo nel contempo i più elevati livelli di efficienza al momento conseguibili.

In grado di assicurare una sensibile riduzione dei costi legati al consumo di energia e al raffreddamento, questi due moduli sono i più efficienti dispositivi da 40 A in formato 1/8 brick attualmente disponibili: i moduli PKB4211D e PKB4110D possono raggiungere livelli di efficienza (max.) del 95,3% e del 94,7% rispettivamente con tensioni di uscita di 5V e 3,3V regolate in modo preciso e carico al 50%.

Analoghi prodotti disponibili sul mercato dissipano una quantità di potenza superiore dell’8% circa a pieno carico (40A) rispetto al modello PKB4211D e una quantità ancora maggiore rispetto a PKB4110D.

Questi due nuovi moduli sono stati espressamente ideati per l’uso in apparecchiature di fascia alta che richiedono potenze di valore elevato e sono alimentate da rettificatori o batterie a più celle, tipiche quindi del settore ICT.

Progettati per l’impiego in sistemi che adottano un’architettura di potenza distribuita (DPA), i moduli soddisfano le esigenze di un’ampia gamma di applicazioni ICT tra cui apparecchiature per telecomunicazioni e networking, server e dispositivi di memorizzazione dati, oltre ad apparati industriali.

In grado di accettare tensioni di ingresso nell’intervallo compreso tra 36 e 75V, il convertitore PKB4211D è in grado di fornire una potenza massima di 200W con un’uscita di 5V, 40A mentre il convertitore PKB4110D può erogare una potenza massima di 132 W con uscita di 3,3V a 40A.

Entrambi i modelli sono disponibili in un package in formato 1/8 brick con piedinatura a 5 pin compatibile con le specifiche DOSA (Distributed-power Open Standards Alliance) di dimensioni pari a 58,4×22,7mm e altezza di soli 9,6mm.

Una caratteristica chiave dei convertitori della serie PKB4000 è la capacità di erogare una potenza utile maggiore in ambienti dove sono presenti temperature elevate o il flusso d’aria è limitato.

Il modulo PKB4211D può fornire la massima potenza (5V a 40A) a una temperatura ambiente di 70°C con una velocità dell’aria di 200 LFM (Linear Feet Per Minute) in un’unità open frame senza baseplate.

Utilizzando un dissipatore di calore, il modulo può fornire il medesimo carico a una temperatura ambiente di 80°C (sempre con velocità dell’aria pari a 200 LFM).

Oltre a ciò, la versione open frame del PKB4110D è in grado di erogare la massima potenza (3,3V a 40A) a una temperatura di 80°C con velocità dell’aria di 200 LFM: con un baseplate il convertitore può erogare la massima potenza fino a una temperatura di 85°C (sempre con una velocità dell’aria di 200 LFM).

Mentre l’uso del baseplate (opzionale) dei moduli contribuisce a migliorare le prestazioni termiche, queste unità possono essere anche collegate a un dissipatore di calore o a una piastra di raffreddamento (cold plate).

“Le eccellenti proprietà termiche di questi moduli – ha detto Martin Hägerdal, Head di Ericsson Power Modules – permettono di effettuare conversioni di potenze elevate in un ampio intervallo di tensioni di ingresso garantendo nel contempo ridotte perdite di potenza. Ciò si traduce in una conversione di potenza estremamente efficiente, che può essere superiore al 95%, il che garantisce alte prestazioni ed elevata affidabilità in applicazioni dove il flusso d’aria è limitato”.

Caratterizzati da un MTBF (Mean Time Before Failure) pari a 9,33 milioni di ore, questi moduli sono conformi ai requisiti di sicurezza previsti dagli standard IEC/EN/UL 60950-1 e garantiscono un isolamento tra ingresso e uscita pari a 2.250V DC.

Tra le numerose funzioni di protezione integrate da segnalare quelle contro sovra-tensioni di uscita (OVP – Over Voltage Protection), shutdown (arresto) in presenza di sotto tensioni in ingresso, oltre a protezioni contro corto circuiti in uscita e sovra-temperature (OTP – Over Temperature Protection), avviamento monotonico e controllo remoto.

Entrambe le unità sono disponibili in versioni a fori passanti e per montaggio superficiale, a garanzia della massima flessibilità per quel che riguarda l’assemblaggio sulla scheda.

I moduli sono stati progettati e realizzati da Ericsson in modo da soddisfare i più elevati standard ai quali devono conformarsi i convertitori di potenza DC/DC, garantendo i livelli di qualità e affidabilità che i progettisti dei sistemi di potenza richiedono per sviluppare piattaforme ad alte prestazioni e disponibili sul lungo periodo.

Massimiliano Anticoli
Massimiliano Anticoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.