12 e 13 Aprile 2022, BolognaFiere

Bus Converter

Ericsson Power Modules annuncia che al suo 3E quarter-brick bus converter BMR 458 è stata aggiunta la modalità burst-mode, che lo rende in grado di fornire una potenza di picco fino a 1079W per un secondo.

Conseguenza dell’impiego sempre più diffuso di microprocessori ad alte prestazioni e ASIC è la richiesta istantanea di picchi di potenza di gran lunga superiori a quanto richiesto dal sistema nella normale operatività: la capacità di farvi fronte, offerta dalla prestazione burst-mode, elimina quindi la necessità di un secondo modulo convertitore in parallelo.

Con il BMR458, Ericsson mette a disposizione degli sviluppatori di apparecchiature ICT, compresi sistemi datacom e server, le migliori prestazioni: il modulo è quindi la soluzione ideale per applicazioni ad alta potenza alimentate da batterie o rettificatori comunemente usate nell’industria ICT e impieganti architetture intermediate bus conversion (IBC) e dynamic bus voltage (DBV).

“Questo upgrade del BMR458 soddisfa la necessità di far fronte ai picchi di corrente prodotti dai processori di ultima generazione, ASIC e altri dispositivi system-on-chip” dice Martin Hägerdal, Head of Ericsson Power Modules. “Ancora una volta, Ericsson ha esteso il suo primato tecnologico, creando quello che è il più avanzato e potente bus converter oggi presente sul mercato.”

Altre prestazioni del BMR458 comprendono la più alta potenza (650W) fornita da un bus converter digitale a controllo PMBus di pari dimensioni, rendendo possibile la riduzione del numero di moduli in applicazioni ad alta potenza.

Inoltre, grazie alla grande accuratezza della ripartizione della corrente d’uscita, è l’unico bus converter in grado di offrire active- o droop-current sharing.

Ulteriori caratteristiche di rilievo sono la compensazione dinamica del carico, la cattura istantanea dei parametri, e la presenza di interfaccia PMBus v1.3.

Dal punto di vista elettrico, si distingue per una efficienza al top che arriva al 96,6% a mezzo carico e al 96,3% a pieno carico, una corrente massima d’uscita di 54,2 A e una tensione di 12V regolabile entro +/-2mV su tutto l’intero campo della tensione d’ingresso da 40 a 60V.

La possibilità di monitorare la corrente d’uscita entro +/-1A consente un accurato controllo della funzionalità del sistema; a ciò si uniscono tempo di recupero di solo 1ms dopo un transiente, MTBF di 2 milioni di ore e isolamento di 2250Vdc tra ingresso e uscita, che soddisfa le ultime IEC/EN/UL60905.

Disponibile nel formato industriale standard “quarter-brick” con dimensioni di 57,9 x 36,8 x 12,7 mm, il modulo offre inoltre eccezionali prestazioni anche in ambienti soggetti ad alta temperatura e con scarsa ventilazione; è comunque disponibile una versione con piastra base opzionale, che permette l’installazione di un dissipatore per affrontare condizioni estreme.

Per informazioni: www.ericsson.com/powermodules

Sei sei interessato all’argomento, iscriviti subito al Power Fortronic.

Massimiliano Anticoli
Massimiliano Anticoli